giovedì 8 giugno 2017

Recensione: "Ogni notte vengo da te" di Antonietta Mirra

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
dopo qualche settimana di vuoto arriva una nuova recensione e si tratta di una recensione a cui tengo davvero tanto perchè riguarda l'esordio di una carissima amica nonchè bravissima blogger: Antonietta Mirra che gestisce l'imperdibile blog "L'amica dei libri". Vi ho già segnalato questa pubblicazione (qui ) e vi avevo annunciato, già in quella occasione, di avere questo libro in lettura, mi preme assicurarvi oggi che la recensione si è fatta attendere soltanto a causa del fatto che in queste settimane ho avuto un po' di disturbi legati alla gravidanza che purtroppo mi hanno tenuta lontana dalla lettura in generale. 

In libro di Antonietta ha certamente confermato ogni mia aspettativa, conoscevo già la sua bravura e l'aurea di magia che permea la sua penna grazie alle sue numerosissime recensioni, ma devo dire che con questo romanzo mi ha davvero stupita. Se nelle sue recensioni Antonietta ci mostra il cuore dei libri che legge, grazie ad "Ogni notte vengo da te", questa talentuosissima autrice permette di scorgere il suo cuore.

"Ogni notte vengo da te" è un romanzo davvero speciale, un gioiello di rara bellezza, lo raffigurerei come un anello su cui due perle, una bianca ed una nera, si abbracciano. Perchè un anello? Perchè due perle? Ve lo racconterò nella mia recensione. Pronti a scoprirlo?



Ogni notte vengo da te
Antonietta Mirra

Editore: Selfpublishing
Prezzo: Rigido 10,40€ - Ebook 2,99€
Pagine: 272
Serie: Autoconclusivo

Trama: Alastair è un uomo il cui corpo è ormai diventato come il vento, che vaga nei secoli, alla ricerca dannata di colei che ama e che una maledizione lo ha costretto a perdere, ancora prima di averla avuta davvero. Helena è una ragazza come tante che nel cuore racchiude un impronunciabile segreto: da adolescente incrocia nei corridoi della scuola, lo sguardo di uno sconosciuto che le penetra l’anima. Un ragazzo misterioso che indossa un cappuccio, di cui intravede solo i lunghi capelli neri e gli occhi così intensi da impedirle di dimenticarli. Da quel momento non lo vedrà più ma sarà disegnando il suo volto che tenterà di tenere quel ricordo ancora in vita nel suo cuore. Quando tutto ormai sembra parte del passato e della memoria, l’incontro con Emily, una ragazza che ama scrivere, sconvolgerà la vita di Helena, conducendola ad un bivio che la farà tremare: credere o non credere che la scrittura possa donare la vita e riportare colui o colei che amiamo? Ogni notte vengo da te è la storia di Alastair ed Helena, la storia di due mondi lontani che s’incontrano, di una maledizione che non ha fine finchè qualcuno non la spezzerà, sacrificando tutto in nome di un amore che esige sangue e morte in cambio dell’eternità. Ma è anche la storia di un sogno, un sogno così grande da mettere i brividi, un sogno che questa storia può donare a chi sceglie di appartenergli, per una notte o per sempre. . . 


💖 Recensione 💖

"Once upon a time ....", si cari heartreaders, potrei benissimo iniziare la mia recensione con questa nota frase, l'incipit si rivelerebbe il più adeguato per parlare di  "Ogni notte vengo da te". Non voglio però assolutamente fuorviarvi, il "once upon a time" non significa che questa sia una storia di principesse da salvare e principi sul cavallo bianco, non ci sono draghi nè orchi. Nonostante ciò, questa è una storia talmente intrisa di mistero che per essere raccontata bisogna che le parole vengano sussurrate, si, alla penombra di una candela accesa, mentre state comode su un divano morbidissimo, al calar del crepuscolo e vedrete che appena Antonietta inizierà a sussurrarvi la sua favola dalle tinte gotiche vi irretirà in un mistero imperdibile.
«Non puoi andartene. Sono nella tua testa, nel tuo cuore, nella tua carne. Mi hai lasciato entrare e adesso farò l’ultimo passo che mi legherà a te per sempre.»

Ho paragonato questa storia ad un gioiello prezioso proprio per la sua unicità. Precisamente ho paragonato "Ogni notte vengo da te" ad un anello proprio perchè il cerchio simboleggia l'infinito e sia l'eternità che l'amore che sfida il tempo sono due delle forze protagoniste di questa storia. L'anello che ho visualizzato nel mio immaginario è adornato da due perle, una nera ed una bianca, perchè questa storia è intrisa di oscurità ma anche di luce, come d'altronde i due affascinanti protagonisti, Alastair, un'anima dannata che ha in sè luce e tenebre e la dolce ma tenace Helena. Eccovi svelato l'arcano dunque, questa è una storia d'eternità, è una storia d'amore immortale, è una storia di luce e di benedizione ed allo stesso tempo è una storia di oscurità, di tenebre e di dannazione.
"Io sono Alastair, Signore della terra dei corvi. Il guerriero che dona la morte, la bestia che uccide colei che ama. Condannato all’infinito a ripetere quel terribile atto, per amore, per rabbia, per riscatto fino a quando la maledizione non sarà spezzata. Fino a quando qualcuno non racconterà la mia storia e con essa mi ridarà la vita, riportandomi colei che amo."
La narrazione procede a capitoli alternati dividendo, come attraverso uno specchio, Alaistar ed Helena. Impariamo così a conoscere i due protagonisti attraverso i loro stessi racconti. Alastair è un protagonista davvero affascinante, l'ho immaginato come uno dei poeti maledetti, un Rimbaud dai capelli corvini, che vi guarda, attraverso le pieghe del tempo, con i suoi conturbanti occhi neri talmente di ghiaccio da bruciare.
Helena io l'ho immaginata molto simile alla Helena del Tf Vampire diaries, la stessa aurea magnetica, la stessa  ingenuità, la stessa anima pura, ma anche la stessa forza e determinazione. Il loro è un amore viscerale, ispiegabile, eterno, inevitabile. 

"Amavo disegnare e da piccola mi piaceva immaginare personaggi di storie meravigliose, fiabe che lentamente, man mano che crescevo, assumevano però le sembianze di storie oscure di solitarie fanciulle in cerca del loro principe maledetto. Fu così che cominciai a disegnarlo."

Come la sinossi brevemente ci racconta, Helena vede nei corridoi della scuola un ragazzo incappucciato che le rapisce il cuore, una presenza che nessun altro conosce, un ragazzo di cui nessuno si ricorda. Non si tratta solo di un bel ragazzo, non stiamo parlando dell'invaghirsi del quaterback, stiamo parlando di un magnetismo inspiegabile, trascendente ed implacabile come l'ignoto che attrae in quanto tale, una forza incontrollabile. Quell'unico fatidico incontro rimane indelebile nel cuore della giovane Helena. E' stato un brevissimo incontro è vero, un battito di ciglia ed è tutto finito, ma quando due mondi entrano in collisione, anche se solo per un unico attimo, non ci si può aspettare niente di meno di un terremoto. Ed un terremoto è ciò che scuoterà Helena che continuerà a disegnare quel ragazzo misterioso arrivando a credere che forse si è trattato solo del frutto della sua fervida immaginazione. Gli anni passano ed Helena continua a pensare a quel giovane, una forza magnetica la lega a lui inesorabilmente, tanto che ogni ragazzo "reale" le sembra insignificante in confronto al "suo" incappucciato. Una fatalità vuole che Helena conosca una ragazza, Emily, che si rivelerà il prezioso ponte fra il mondo di Helena ed Alastair e vi assicuro che, attraversato quel ponte ci sarà solo l'eternità.

"La sua stessa esistenza mi entrò nel sangue come mai nulla aveva osato imporsi. Catturò la mia volontà e con essa giustificò la mia presenza in questo mondo. Con lei capii cosa ero venuto a fare su questa terra, a cosa serviva il mio respiro, cosa dovevano sorreggere le mie braccia, a cosa sarebbero andate incontro le mie gambe. Lei sola giustificava ogni mia azione, rivendicava tutti i torti e mi rendeva finalmente quella vendetta che avevo atteso da tempo."

I personaggi chiave di questa intrigante favola dalle tinte gotiche sono dunque tre, Emily è parte e protagonista della storia, sarà ammantata da un'aurea di mistero che si rivelerà importantissima per aiutare Helena a liberarsi dell'incredulità e dei suoi timori. Senza Emily insomma questa storia non avrebbe avuto alcuna evoluzione ed io mi sono affezionata sinceramente a lei.

Lo stile usato da Antonietta Mirra è davvero singolare, non si tratta di un libretto che scivola via senza lasciare traccia. Al contrario, è una storia in cui ogni parola è importante ed Antonietta mostra, attraverso lo stile che ha scelto, di voler dar spessore ed importanza ad ogni parola. Non si avverte questa storia come una favola impostata su due piedi ma a lungo maturata e vissuta nell'anima prima che trasposta su carta ed inchiostro.

Non aspettatevi frivolezze, non aspettatevi leziosità, aspettatevi una favola dark intrisa di passione fino nel midollo. Una storia che si vive, che si respira e che ci si deve godere perchè fuori da ogni schema. "Ogni notte vengo da te" è un libro nuovo, non una lettura da spiaggia di sicuro, ma una lettura che ammalia ad ogni parola con la potenza del canto di una sirena.

"Fu uno sguardo furtivo quello che mi lanciò, quasi di nascosto, ma io lo colsi ugualmente e me ne spaventai. Il suo sguardo era nero come la notte, il suo viso di profilo sembrava lungo e imbronciato, i suoi occhi due piccole fessure che rendevano quell’occhiata sfuggente ma allo stesso tempo intensa. Fu un attimo e passò dritto senza voltarsi.
Un attimo insignificante in cui i nostri sguardi si unirono e fu come se mi avesse lasciato qualcosa per sempre."

Una storia non per tutti certo, lo stile di Antonietta non è da romance da leggere sotto l'ombrellone, è una fiaba dark da sussurrare sotto le coperte e da cui farsi rapire come da un sogno incredibilmente profondo.

Ringrazio di cuore Antonietta per avermi omaggiata di una copia digitale del suo romanzo, ci tengo a dire che mi ha davvero toccato il cuore con la sua gentilezza. Non penso di essere riuscita ad esprimere la profondità di questo suo incredibile esordio ma ci ho provato pur avendo già capito, dopo solo alcune pagine, che la mia recensione non sarebbe mai riuscita a rendere giustizia a questo gioiello che Antonietta ha creato. Un romanzo nuovo e senza precedenti, talmente unico che non riesco assolutamente a paragonarlo a nient'altro.

Grazie Antonietta, mi hai davvero emozionata perchè questo tuo romanzo è emozione pura, profondo e pieno come il battito del cuore!

E voi che ne dite heartreaders? siete pronti ad esplorare un universo tanto unico? Vi ho incuriositi? Avete letto già "Ogni notte vengo da te"? Conoscevate già Antonietta Mirra?

Fatemi sapere, io intanto continuerò le mie letture di cui spero di riuscire a parlarvi presto 💕

L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

14 commenti:

  1. Sono un po' così, senza parole, cara Ely. :-) Potrei fare un elenco delle cose bellissime che hai detto e di cui ti ringrazio dal profondo del cuore. Tu sai, avendo letto il romanzo, quello che c'è scritto nei Ringraziamenti e puoi capire perfettamente cosa significa tutto quello che hai scritto. In modo particolare mi hanno colpito tre cose: la tua definizione di anello a due perle, che è un definizione magica e speciale che io potevo solo sognare del mio romanzo. In più hai detto che è una storia maturata con il tempo e non esiste cosa più vera. Credo proprio, ne sono certa, che tu abbia colto davvero "tutto" quello che c'era da cogliere e lo abbia reso in un modo ancora più bello del romanzo stesso, il tuo modo, cara Ely.
    E infine, Helena è proprio l'attrice di Vampire Diares! XD Ma com'è possibile che tu l'abbia immaginata così? Mi hai letto nella mente, perchè non ho pubblicizzato l'attrice Nina Dobrev per il personaggio di Helena, anche se è proprio lei! *___*
    Non sei tu a dovermi ringraziare ma io e lo farò ancora e ancora. Adesso ho la sensazione che la mia storia sia stata cullata e protetta da te, compresa e amata proprio come se fossi io.
    Mi hai regalato la sensazione più bella in assoluto, qualcosa che durerà per sempre.
    Un abbraccio fortissimo, ma forte forte. <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonietta cara, sai bene quanto ti stimi e quanto mi abbia coinvolta il tuo bellissimo e magnetico esordio, tutto ciò che hai scritto mi ha davvero commossa. Le tue parole mi hanno davvero riempito ilo cuore, ti ringrazio infinitamente. Un abbraccio forte forte a te gemellina <3

      Elimina
  2. Bellissima recensione Ely*-* Io il libro l'ho già letto e recensito e mi trovo d'accordo con molti aspetti da te sottolineati:) Speriamo che Antonietta raggiunga il successo che merita!

    RispondiElimina
  3. Ciao Ely! Che bellissima recensione, il libro non lo conoscevo ma sembra proprio perfetto x me! Baci <3

    RispondiElimina
  4. non lo conoscevo ma ora sono proprio curiosa

    RispondiElimina
  5. Ciao Ely! Non puoi vedermi, ma i miei occhi brillano dopo aver letto la tua magnifica recensione! Questo libro mi aveva incuriosita già la prima volta che ne avevi parlato e adesso ancor di più. Sono stanca dei soliti romance da cui ormai siamo invasi e questo romanzo è davvero diverso. Gli estratti mi incuriosiscono tantissimo, non vedo l'ora di leggerlo^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serenaaa, si questo esordio di Antonietta è davvero unico e davvero interessantissimo, qualcosa che secondo me non c'era proprio in giro attualmente <3 Fammi sapere allora, un abbraccione <3

      Elimina
  6. Ciao Ely!!! Che bello leggere la tua recensione. Le tue parole sono dolci coccole per chi viene qui😍 conosco di sfuggita l'autrice e il fatto che abbia pubblicato un libro è una graziosissima notizia. Se avrò l'occasione lo leggerò sicuramente! Un abbraccio carissima 😘😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nik che dolce che sei cara <3 Spero tanto tu riuscirai a leggere presto il libro di Antonietta, mi ha davvero colpita moltissimo e penso che potrà emozionarti altrettanto <3 Un abbraccione

      Elimina
  7. Io sono a corto di parole, eccetto che, uno: Ely, questa recensione è POESIA. Hai superato te stessa. *_____* Due, VOGLIO questo libro!! <3<3<3 :****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Federica carissima, sei un tesoro! Fammi sapere allora quando leggerai questo incredibile libro, non vedo l'ora di sapere cosa ne pensi anche tu <3 <3

      Elimina