giovedì 29 giugno 2017

Recensione: "Prima di domani"/ "E finalmente ti dirò addio" di Lauren Oliver

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
eccoci alla penultima recensione prima delle ferie anticipate del blog (se tutto va secondo i piani).

Il caldo aumenta e tocca vette davvero esagerate per quanto mi riguarda, qui all'estremo sud abbiamo superato i 40 gradi e vi assicuro che temperature così elevate non sono per niente salutari in generale ma se, come me, si è arrivati al 9 mese di gravidanza, beh, vi assicuro che queste assurde temperature diventano catastrofiche! Devo dire  però che sto riuscendo a leggere, non posso lamentarmi, ho tanto tempo libero perchè da quando sono entrata al nono mese non lavoro più, gli unici impegni che ho sono tutti legati alla bimba, mi divido tra visite mediche e la sistemazione della stanzetta che spero di finire la prossima settimana. Insomma al momento l'80% del mio tempo lo passo leggendo grazie alla magica brezza del condizionatore!

Il post di oggi è dedicato alla recensione di una delle letture che ho appena ultimato, si tratta dello young adult firmato Lauren Oliver ripubblicato dalla Piemme, che ringrazio per la copia, con il titolo "Prima di domani".



Prima di domani
Lauren Oliver

Editore: Piemme
Prezzo: Rigido 16,50€ Ebook 6,99
Pagine: 432
Serie: Autoconclusivo

Trama: Cosa faresti se ti rimanesse solo un giorno da vivere? Dove andresti? Chi baceresti? Fin dove ti spingeresti per salvare la tua vita? Samantha Kingston ha tutto quello che si potrebbe desiderare: un ragazzo che tutte invidiano, tre amiche fantastiche, la popolarità. E venerdì 12 febbraio sarà un altro giorno perfetto nella sua meravigliosa vita. Invece Sam morirà tornando in macchina con le sue amiche da una festa. La mattina dopo, però, Samantha si risveglia nel suo letto: è di nuovo il 12 febbraio. Sospesa fra la vita e la morte, continuerà a rivivere quella sua ultima giornata comportandosi ogni volta in modo diverso, cercando disperatamente di evitare l'incidente. 


💖 Recensione 💖

Dal 27 Luglio è tornato in libreria l'acclamatissimo young adult di Lauren Oliver "Before I fall" che abbiamo imparato a conoscere ed amare con il titolo italiano di "E finalmente ti dirò addio". Dopo due fortunatissime pubblicazioni con questo titolo, dal 27 luglio la Piemme ha fatto approdare sugli scaffali delle nostre librerie una ghiottissima nuova edizione, stesso young adult ma nuovo titolo, "Prima di domani", e nuova cover che riproduce la locandina dell'omonimo film che verrà distribuito in Italia dal 19 luglio e che io non vedo l'ora di gustarmi.

Ne volete un assaggino? Bene, allora prendiamo i pop corn e gustiamoci insieme il trailer ufficiale!


Una domanda per voi: avete amato "Tredici" (libro/serie tv)? Ebbene, se come me la tematica del bullismo, se ben raccontata, vi travolge e vi scatena forti emozioni nel cuore, non potrete rimanere indifferenti a "Prima di domani". Premetto col dire che il parallelismo con Tredici mi permetto di farlo solo in riferimento alla serie netflix perchè non ho ancora letto il libro, inoltre ciò che intendo è un parallelismo con il solo tema centrale, la violenza psicologia che i ragazzi possono perpetrare su altri ragazzi più o meno volontariamente, non è assolutamente un parallelismo riferito al punto di vista dal quale la storia è raccontata.

Se in Tredici a parlare è Hanna, la vittima del bullismo, qui a parlare è Samantha, una delle ragazze più popolari della scuola, una ragazza che vive i suoi giorni spensierati con grande superficialità, una ragazza a cui interessa solo l'oggi, una ragazza che parla ed agisce senza tener conto delle conseguenze che le sue parole ed i suoi gesti possono avere sulle altre persone. Sam vive nel suo mondo, il suo liceo, un mondo in cui lei e le sue amiche del cuore sono le reginette, un mondo in cui sono loro a dettare le mode ed a decidere chi è in e chi è out.

Quando finiremo le superiori ci guarderemo indietro e sapremo di aver fatto tutto ciò che andava fatto, di aver baciato i ragazzi più carini e frequentato le feste migliori, di esserci cacciate nei guai quanto bastava, di aver ascoltato la nostra musica a volume troppo alto, fumato troppe sigarette, bevuto troppo e ascoltato troppo poco. Se il liceo fosse una partita a poker, Lindsay, Ally, Elody e io avremmo in mano l’ottanta per cento delle carte. E credetemi: so bene come ci si sente a stare dall’altra parte. Ci ho passato la prima metà della mia vita.

Come dite? Pensate che io mi sia bevuta il cervello? Pensate che non potreste mai apprezzare una protagonista come Sam? Eh, lo pensavo anche io all'inizio ma, vedete, questa è l'immagine di Sam che se ne ha all'inizio, ma attenzione perchè la vita di Sam finisce proprio quando Lauren Oliver inizia a darle voce.

Il fatto è che nessuno te lo dice. Non è che ti svegli con una brutta sensazione nella pancia. Non vedi ombre dove non ne dovresti vedere. Non ricordi di dire ai tuoi che gli vuoi bene, anzi, magari, com’è successo a me, non riesci neanche a salutarli.

Sam vivrà la stessa giornata della sua morte finchè non capirà delle cose davvero importanti, finchè non diventerà quella Sam di cui avremmo potuto leggere libri interi ammirandone il carattere ed emulandone la forza.

Sam è infatti una delle protagoniste di uno young adult che subisce maggiormente un'evoluzione significativa, rivivere infatti lo stesso giorno della sua morte squarcia quel velo che le impediva di vedere davvero. A volte viviamo le nostre giornate dando tutto per scontato, non siamo noi a condurre le nostre vite ma lasciamo che sia il pilota automatico a spingerci a prendere anche la più piccola decisione, non ascoltiamo, non vediamo davvero. Di questo Sam se ne accorgerà e noi vivremo con lei il susseguirsi di una giornata uguale solo apparentemente perchè un cambiamento ci sarà eccome ed avverrà nel cuore e nella coscienza della stessa Sam.

Il più delle volte, nel novantanove per cento dei casi, non puoi sapere come e perché i fili sono intrecciati, e va bene così. Fai un bel gesto e succede qualcosa di brutto. Combini un disastro e ne esce qualcosa di buono. Non fai niente, e tutto esplode. E molto, molto raramente, grazie a chissà quale miracolo di casualità e coincidenza, tutti i fili si intrecciano per un minuto e hai la possibilità di fare la cosa giusta.


La narrazione non è mai monotona e chi ha già letto Lauren Oliver sa quanto il suo stile possa essere magnetico e scorrevole. Tutta la storia è raccontata in prima persona dalla protagonista e questo mi ha subito fatto entrare in contatto con lei in modo spontaneo. Il fatto di "rivivere" la stessa giornata non mi ha annoiata in nessun punto perchè, maturando, Sam commetterà errori nuovi a cui cercherà, più o meno maldestramente di rimediare, ma comunque la giornata si evolverà sempre in modo nuovo, così come Sam stessa.

I personaggi secondari sono molto ben caratterizzati, ne scopriremo i tratti più profondi a mano a mano, fino a conoscerli molto bene. All'inizio della storia non immaginavo minimamente dove la Oliver volesse arrivare ma, come di consueto, questa autrice sa come stupirci. Lauren sa come nasconderci ciò che ancora non vuole svelarci pur lasciandoci tutti gli indizi lì sotto il naso. Adoro il suo stile, adoro il modo in cui prende in mano il cuore del lettore e sa di poterne fare ciò che vuole. Ho imparato che è questo l'unico modo per leggere un libro di Lauren Oliver, ovvero lasciandosi andare a lei ed alle sue parole. Non mi ha mai deluso heartreaders!

Prima di domani è una lettura che tocca temi profondi che arrivano al cuore ma lo fa in modo naturale e spontaneo, mai forzato, tanto che la narrazione non apparirà mai pesante.

Dimenticavo un particolare per le amanti del romance, posso assicurarvi che la love story non manca, anzi, sarà dolce e delicata ma mai prepotentemente preponderante sulla storia, è dosata al punto giusto secondo me.

Concludendo, consiglio questa lettura sia alle giovanissime che ai lettori un po' più maturi, lo stile di Lauren è talmente coinvolgente che non richiede necessariamente un solo tipo di pubblico.

...certi istanti durano per sempre. Anche quando finiscono, anche dopo che sei morta e sepolta, quei momenti perdurano, vanno avanti e indietro, all’infinito. Sono tutto, ovunque, tutti insieme. Sono il senso.
Cosa ne pensate heartreaders? Siete anche voi fan di Lauren Oliver? Avevate letto Before I fall nella sua precedente veste italiana di E finalmente ti dirò addio? Siete pronti ad immergervi in Prima di domani?

Il mio consiglio, come al solito, è sempre quello di leggere il libro prima di vedere il film (ho fatto al contrario solo in rarissime occasioni), cosa aspettate? Il 19 Luglio è vicinissimo e nei cinema arriverà la Sam interpretata da  Zoey Deutch, io ho già pronti i pop corn e voi?

Fatemi sapere, come sempre non vedo l'ora di parlarne insieme!


L'abbraccio più grande del mondo,
Ely

14 commenti:

  1. Questo libro devo assolutamente leggerlo anche se probabilmente l'ho letto quandol aveva l'altro titolo. Perchè sono così?? Perchè dimentico le cose??
    Comunque stavi parlando di Tredici, bejh il libro è bello ma la serie tv è molto più profonda quindi non so se te lo consiglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii Ale a me è piaciuto tanto e poi dal 19 luglio sei pronta a fangirlare con me per il film? *___*

      Elimina
  2. Ho letto questo libro qualche anno fa e ricordo di averlo adorato. Mi piacerebbe molto rileggerlo in occasione dell'uscita del film!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pensiamo allo stesso modo allora Juliette!

      Elimina
  3. Ciao! Io sono rimasta affascinata dal trailer visto al cinema, perciò devo assolutamente recuperare il libro prima di vederlo! Bacionii ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beneeeeeee, tienimi aggiornata allora Serena! <3

      Elimina
  4. Ciao Ely,
    che dire dopo la tua bellissima recensione? Libro finito immediatamente in lista

    RispondiElimina
  5. Ciao Ely, questo libro sembra meraviglioso, anche se non sono una grandissima amante dei romance. Ma la trama mi ha colpito molto e la tua bella e delicata recensione mi hanno convinta a volerlo leggere assolutamente :) Lo segno subito!
    Un bacio :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono stra super contentissima Maria! Un bacione <3

      Elimina
  6. Ciao Ely, aspettavo con ansia questo libro e finalmente ieri mi è arrivato. Dopo la tua favolosa recensione sono ancora più entusiasta all'idea di leggerlo... sicuramente sarà la mia prossima lettura! A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di sapere che ne pensi allora! ^___^

      Elimina
  7. Ciao Ely! <3 Non letto ancora nulla di questa autrice ma sai che ho visto Tredici? E dunque tu chiaramente suggerisci che potrebbe piacere lo stesso e io ovviamente ti credo, perchè Tredici mi è piaciuto molto <3
    Credo proprio che inizierò da questo romanzo a conoscere l'autrice. *__*
    Bellissima recensione <3
    Un abbraccio forte forte! :***

    RispondiElimina
  8. uh, non mi ero informata su questo libro, ma ora voglio assolutamente leggerlo

    RispondiElimina